Azioni intraprese su proposta del team innovazine

  • Tablet in classe

All’inizio del mese di Aprile è partito il progetto “SNAPPET, TABLET IN CLASSE” per le classi terze e quarta della scuola primaria del plesso di Pianillo, in linea del tutto sperimentale e di prova per la fattibilità dell’attuazione del progetto stesso in tutti i plessi a partire dall’a.s. 2016/17

Si tratta di un'iniziativa molto interessante che prevede l'utilizzo di tablet android con accesso ad una piattaforma di contenuti vasti e pluridisciplinari che permettono il consolidamento degli apprendimenti tramite esercizi mirati. L'insegnante è in grado di monitorare il percorso di ogni studente e di tarare gli esercizi sulle singole necessità.
Il modello dell'insegnamento attraverso il tablet di Snappet coniuga efficacemente contesto digitale e contenuti tradizionali, nel rispetto dei ritmi individuali di ciascun alunno ed in particolare di quelli con bisogni educativi specifici.

Dettagli dell’iniziativa

Il servizio “Snappet”permette di usufruire della tecnologia digitale in classe coniugandola  con gli esistenti metodi di insegnamento.

Ogni lezione “in stile Snappet” potrà articolarsi in 4 semplici fasi:

  1. Spiegazione  dell’insegnante secondo il metodo tradizionale di insegnamento (abitualmente una fase di introduzione/orientamento ed una fase di istruzione/spiegazione).
  2. Svolgimento delle lezioni presenti in piattaforma sia a livello individuale che di cooperative-learning; verifica dell’elaborato da parte degli alunni attraverso un feedback in tempo reale.
  3. Feedback diretto e focalizzato del docente sulla base della performance didattica individuale o del gruppo classe.
  4. Raccolta di elementi utili per arricchire la valutazione che il docente esprime relativamente agli obiettivi di insegnamento/apprendimento previsti.

Grazie alla sua esclusiva piattaforma di controllo (dashboard), il docente prepara la lezione, ogni alunno la svolge sul proprio tablet ed il sistema analizza il lavoro in tempo reale permettendo di valutare e analizzare il progresso della classe (o del singolo alunno) sia durante che dopo la lezione.

Preparazione della lezione

L’insegnante, tramite la sua Dashboard personale, sceglie e pianifica una o più lezioni. Le lezioni selezionate appariranno sui tablet e gli alunni potranno iniziare il lavoro in modo condiviso o in gruppo o individualizzato immediatamente o nei giorni seguenti.

Istruzione frontale

L’insegnante può effettuare una normale istruzione frontale, con o senza LIM, seguendo i metodi tradizionali. Se dispone di una LIM, si possono utilizzare le lezioni Snappet per spiegare nuovi argomenti, per iniziare nuove lezioni in modo condiviso o per dare istruzioni aggiuntive se necessario.

Esercizi

Per poter applicare, praticare e sviluppare la conoscenza dell’argomento i bambini fanno   esercizi sul tablet.    Gli esercizi sono raggruppati per lezione e/o per obiettivi di insegnamento, ogni lezione si compone quindi di esercizi in batteria che normalmente per un alunno richiedono 20-30 minuti.   Durante lo svolgimento di ogni singolo esercizio lo studente conosce immediatamente il risultato e corretto od errato che sia, questo feedback immediato permette un apprendimento più veloce dovuto proprio alla immediatezza della risposta di verifica.

Gli insegnanti possono anche decidere (facilmente, sempre tramite la dashboard) di far svolgere lezioni più facili, più difficili o diversificate per differenti gruppi di alunni.
E’ inoltre possibile individualizzare la lezione singolarmente ed in modo automatico: la piattaforma Snappet può scegliere gli esercizi più adatti al livello di ogni singolo alunno per argomento oppure in base alle proprie necessità di apprendimento.

Coaching individuale o istruzione in gruppi

Tramite la Dashboard, l’insegnante può vedere in tempo reale il progresso della classe e di ogni singolo alunno. Quando uno studente si trova in difficoltà, la piattaforma lo evidenzia subito, permettendo al docente di decidere se fornire un aiuto immediato o lasciare che il soggetto finisca la lezione prima di fornire eventuali spiegazioni. Nel caso l’intera classe si trovi in difficoltà con uno o più esercizi, il docente può interrompere la lezione e fornire una istruzione frontale immediata per poi far riprendere di nuovo il lavoro da dove lo si era lasciato.

Valutazione

Terminata la lezione, il docente non è costretto a correggere quaderni o eserciziari, tutti i risultati (eccetto quelli inerenti a domande con risposte testuali o multiple) sono già stati corretti e registrati dalla piattaforma Snappet, ed ovviamente, anche preparati con dati statistici giornalieri, settimanali, mensili… Il docente potrà analizzare cosa è stato fatto in ogni momento della lezione per ogni bambino, analizzare il risultato rapportato al livello generale della classe o addirittura alla media nazionale.

Ovviamente sarà anche possibile visualizzare il progresso nel tempo per ogni alunno per ogni particolare obiettivo di insegnamento e tutto questo rende più facile la preparazione delle lezioni seguenti o sviluppare piani di apprendimento per la classe ed alunni, nonché esprimere valutazioni/voti.

Riportare al centro la didattica laboratoriale, come punto d'incontro essenziale tra sapere e saper fare, tra lo studente e il suo territorio di riferimento.
I laboratori devono essere ripensati come luoghi di innovazione e creatività

  • Partecipazione all'inizativa Internet day- Azioni #3 e #15 - Nota prot. n. 6545 del 15 aprile 201

Il 30 aprile 1986 è stato il giorno in cui per la prima volta l'Italia si è connessa a internet. Trent'anni dopo, il 29 e il 30 aprile 2016, in tutto il Paese, il MIUR propone una serie di attività per celebrare l'Internet Day

 

Allegati: